Bonus alberghi 2018: perché conviene ristrutturare.

Bonus alberghi 2018: perché conviene ristrutturare.

Tra gli incentivi economici programmati per il 2018 c’è da tenere d’occhio il “Bonus alberghi e agriturismi”, un’agevolazione prevista dalla Legge di Bilancio che aiuta a modernizzare hotel, villaggi turistici, agriturismi, ed in generale tutti gli immobili dedicati all’ospitalità. Con un fondo di 240 milioni di euro l’idea è quella di stimolare gli interventi di restauro, migliorare le strutture ricettive rendendo così più competitivo il settore turistico.

 

Cos’è il “Bonus alberghi e agriturismi”?

 

La tax credit riqualificazione, comunemente chiamata “Bonus alberghi e agriturismi”, è un’agevolazione prevista dalla precedente Legge di Bilancio per il biennio 2017-2018 che propone di rilanciare la competitività delle strutture turistiche italiane grazie al supporto economico dedicato agli interventi di ristrutturazione.

Ma cosa è cambiato dallo scorso anno?

L’estensione degli incentivi anche per il 2018 ha previsto ulteriori vantaggi per chi intende ristrutturare. Nello specifico le novità riguarderanno:

  • il significativo aumento percentuale di detrazione che passa dal 30% al 65% (!);
  • un vantaggio anche per gli agriturismi. L’agevolazione fiscale del 65% per gli interventi di ristrutturazione è estesa non solo a grandi alberghi ma anche a strutture che svolgono attività agrituristica, ed opera a condizione che gli interventi abbiano finalità di ristrutturazione edilizia, riqualificazione impiantistica, energetica ed acquisto mobili.
  • l’importo della detrazione è fruibile sotto forma di credito d’imposta e può essere utilizzato in 2 quote annuali anziché 3;
  • l’aumento del limite di spesa massima a 200.000 euro su cui è possibile calcolare la propria percentuale di detrazione.

 

A chi spetta il bonus, e come può essere utilizzato?

 

Il bonus ristrutturazioni al 65% è dedicato a tutte le strutture alberghiere e a tutte le strutture che svolgono attività agrituristica ai sensi della Legge 96/2006. Tra i beneficiari ci sono alberghi, residence turistici, villaggi-albergo e, più in generale, tutte le strutture intese come “alberghiere”.

Riguardo invece la procedura d’accesso allo sconto fiscale è importante non confondersi con il “bonus ristrutturazioni 2018” che prevede una sola detrazione al 50%. Il bonus destinato alle attività di ospitality prevede come ricordato un credito d’imposta pari al 65% da utilizzare per i seguenti interventi:

  • restauro e risanamento conservativo;
  • ristrutturazione edilizia;
  • abbattimento delle barriere architettoniche;
  • aumento dell’efficienza energetica;
  • acquisto di arredi e mobili da destinare agli immobili oggetto del bonus.

 

Come accedere al credito?

 

Il termine ultimo, ovvero l’ultima data nella quale sarà possibile inviare le domande online sul sito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali è fissato per il 22 Febbraio 2018. L’istanza dovrà essere presentata esclusivamente online insieme all’attestazione di effettività delle spese sostenute attraverso il Portale dei Procedimenti.

Dovrà presentare domanda, previa registrazione al Portale dei Procedimenti, esclusivamente il legale rappresentante dell’impresa specificando:

  • il costo complessivo degli interventi sostenuti e l’ammontare totale delle spese;
  • il credito d’imposta spettante;
  • gli estremi dei titoli abitativi di proprietà e le singole tipologie di interventi svolti.

 

Alla domanda bisognerà allegare la documentazione amministrativa e tecnica prevista, ovvero:

  • la dichiarazione dell’imprenditore che elenca i lavori effettuati;
  • l’attestazione dell’effettivo sostenimento delle spese;
  • gli estremi dei titoli abitativi acquisiti, in ragione delle singole tipologie di interventi svolti;
  • la dichiarazione relativa ad altre agevolazioni in atto.

 

Approfittare delle interessanti opportunità di risparmio offerte dalla tax credit riqualificazione ed implementare i propri impianti (come quello di riscaldamento o di ventilazione) è una delle scelte imprenditoriali in cui molti albergatori stanno investendo per migliorare e ottimizzare il loro servizio. Sono in aumento, infatti, gli investimenti indirizzati verso le nuove tecnologie per far fronte in maniera più accurata alle esigenze della clientela e per utilizzare al meglio le risorse a disposizione.

Prima di ogni intervento di ristrutturazione è necessario valutare bene quali siano le proprie necessità e programmare gli interventi in modo che nel tempo gli investimenti diventino una fonte di risparmio. Affidarsi a partners esperti come quelli di Ferretti – Specialisti in Clima, Energia e Ambiente per gestire al meglio il nuovo progetto e i propri consumi energetici può alleggerire di molto il costo dei propri consumi, risparmiando risorse da utilizzare in altre attività.

Per questo motivo vi invitiamo a conoscere meglio il nostro lavoro sul nostro sito web e scoprire come Ferretti – Specialisti in Clima, Energia e Ambiente può aiutarvi ad ottenere il vostro clima ideale.

""
1
Nome e Cognome
Azienda
Indirizzo
Telefono
Scrivi qui la tua richiestamore details
0 /
Acconsento al trattamento dei dati
Previous
Next
No Comments

Post A Comment